Menu

Come arredare una sala da pranzo

La sala da pranzo è l'ambiente dedicato al consumo delle pietanze e della convivialità. Una funzione che, in ambienti piccoli, viene spesso accorpata in cucina. Se lo spazio lo consente, invece, si può definire un ambiente apposito. Ecco qualche consiglio per farlo al meglio.
 
La posizione ideale per questa stanza è tra cucina e zona giorno, in quanto deve fungere da area di collegamento: deve essere comoda da raggiungere da parte degli ospiti, e facilitare l'arrivo delle vivande dalla cucina. Il collegamento non deve essere solo funzionale, ma anche stilistico: lo stile dell'arredamento della sala da pranzo deve essere in linea con quello della casa. Se ad esempio abbiamo una cucina classica, anche la sala da pranzo dovrà essere progettata in stile classico.
 

La scelta del tavolo

Il tavolo è l'elemento centrale della sala, quello che più di ogni altro contribuisce allo stile e da una connotazione all'ambiente. Le scelte da effettuare riguardano il materiale, la funzionalità e la forma. Per quanto riguarda il materiale, il legno massello rappresenta senz'altro la scelta più classica ed elegante, ed è anche un materiale resistente e durevole. Può dare qualche problema se si macchia ma, opportunamente trattato, resiste anche a questo. Il laminato è la scelta più pratica ed economica, che tuttavia difficilmente si adatta a case in stile classico lussuoso, mentre risulta più utilizzato in composizioni moderne e contemporanee. È più semplice da pulire, ma generalmetne ha una durata inferiore. Ci sono poi soluzioni più particolari e ricercate, che combinano piani in vetro con  supporti in metallo e pietra.
 
La seconda scelta riguarda la forma: tonda, quadrata o rettangolare. Per decidere bisogna tenere in considerazione non solo la continuità stilistica con le altre stanze, ma anche le dimensioni e la forma della stanza. Per stanze più piccole meglio optare per un tavolo tondo, mentre la pianta rettangolare si presta meglio a stanze più ampie. Sempre a seconda del contesto -e delle necessità degli inquilini- si può poi decidere sulla funzionalità, scegliendo un tavolo fisso o uno allungabile.
 

Le sedie

Per quanto riguarda le sedie, devono essenzialmente essere comode e confortevoli, chiaramente abbinate alla tavola in stile. Meglio ancora se i rivestimenti richiamano nei colori altri elementi di arredo della sala, come ad esempio le tovaglie o i tendaggi. Devono essere disposte in modo da lasciare abbastanza spazio a tavola a ciascuno dei commensali: è buona norma che lo spazio occupato da ogni seduta sia di almeno 60 cm, con 45 cm di distanza con le altre sedie o altri elementi di arredo, di modo da lasciare abbastanza spazio per il movimento.
 

Accessori e mobili

Altri elementi che possono contribuire alla realizzazione di una bella sala da pranzo sono le tovaglie utilizzate. Si può usare una tovaglia durante i pasti, e sostituirla con una corsia o un centro negli altri momenti della giornata. Un centrotavola, con fiori o frutta, può risultare un ulteriore abbellimento, mentre dei candelabri possono dare un tocco di eleganza e romanticismo ad un ambiente classico.
 
Saranno chiaramente necessari dei mobili di servizio in cui riporre questi oggetti, come pure i piatti e le stoviglie. A seconda delle circostanze e delle abitudini di vita, può essere opportuno anche l'inserimento di una piccola dispensa. Qualora invece le pareti risultino spoglie, si possono decorare con quadri, stencil o boiserie.
 

Illuminazione

L'illuminazione deve assecondare l'atmosfera che si vuole creare. È consigliabile sfruttare, se possibile, la luce naturale proveniente da finestre e porte finestre. L'illuminazione artificiale deve puntare sulla tavola, che è il fulcro della stanza. Da preferire le lampade sospese sopra la tavola.